Quaresima: tempo per credere, sperare e amare

pubblicato in: Segnalazioni | 0

All’inizio della Quaresima, ci facciamo guidare dal Messaggio di Papa Francesco per la Quaresima 2021:


La Quaresima è un tempo per credere, ovvero per ricevere Dio nella nostra vita e consentirgli di “prendere dimora” presso di noi (cfr Gv 14,23). Digiunare vuol dire liberare la nostra esistenza da quanto la ingombra, anche dalla saturazione di informazioni – vere o false – e prodotti di consumo, per aprire le porte del nostro cuore a Colui che viene a noi povero di tutto, ma «pieno di grazia e di verità» (Gv 1,14): il Figlio del Dio Salvatore.

– Vivere una Quaresima con speranza vuol dire sentire di essere, in Gesù Cristo, testimoni del tempo nuovo, in cui Dio “fa nuove tutte le cose” (cfr Ap 21,1-6). Significa ricevere la speranza di Cristo che dà la sua vita sulla croce e che Dio risuscita il terzo giorno, «pronti sempre a rispondere a chiunque [ci] domandi ragione della speranza che è in [noi]» (1Pt 3,15).

– Vivere una Quaresima di carità vuol dire prendersi cura di chi si trova in condizioni di sofferenza, abbandono o angoscia a causa della pandemia di Covid-19. Nel contesto di grande incertezza sul domani, ricordandoci della parola rivolta da Dio al suo Servo: «Non temere, perché ti ho riscattato» (Is 43,1), offriamo con la nostra carità una parola di fiducia, e facciamo sentire all’altro che Dio lo ama come un figlio.

Segnaliamo le iniziative e i materiali per la Quaresima proposti dalla Diocesi di Trento:

L’Azione cattolica diocesana propone
i testi della Via Crucis, a cura dell’assistente spirituale don Giulio Viviani. In particolare, per quest’anno la traccia Cristo Gesù svuotò sé stesso” – 2021 per la preghiera comunitaria e la Via Crucis con testo di p. Mario Borzaga per la preghiera personale.
-una breve riflessione (pubblicata su Camminiamo Insieme di febbraio 2021) Per una Quaresima in cammino… con Aleppo in Siria
– il sostegno del progetto “Una Comunità intera (promosso da Centro Astalli e Caritas diocesana), rivolto ai richiedenti asilo e migranti ospitati sul territorio provinciale: dopo la raccolta delle offerte per tale scopo durante la Veglia di Pace 2021, tale proposta viene rilanciata dall’Ac diocesana ai gruppi adulti anche per la Quaresima. È possibile donare personalmente e come gruppo, con raccolta di una quota da consegnare al Centro diocesano o versando direttamente sul CC intestato a Centro Astalli (IBAN IT67H0306909606100000167255 intestato al Centro Astalli Trento. Causale: Una Comunità Intera).
In sintonia di intenti, durante la Quaresima i ragazzi dell’Acr useranno i salvadanai acquistati presso l’Acr nazionale (sostenendo la campagna emergenzabambini.terredeshommes.it) per raccogliere un contributo che verrà trasformato in beni di prima necessità da destinare alla Caritas locale.