Pregare Dio per i vivi e per i morti

pubblicato in: Segnalazioni | 0

L’Ordinanza del Presidente della Provincia del 30/10/2020 vieta l’accesso ai cimiteri nei giorni 1 e 2 novembre 2020; se da un lato questa direttiva risulta dolorosa per quanti desiderano onorare i loro cari defunti nel luogo dove le spoglie mortali riposano, dall’altro ci aiuta a riflettere sul vero senso della Festa dei Santi e della commemorazione dei defunti.

Come affermava il nostro assistente diocesano don Giulio Viviani nella giornata di spiritualità “Seppellire i morti – Pregare Dio per i vivi e per i morti” dell’Itinerario 2011/2012 “Le Opere di Misericordia“:
«Per i nostri defunti: non solo lapidi, fiori e lumi, ma preghiere. Anche la celebrazione della Santa Messa per loro. La nostra preghiera serve ai defunti? Ormai sono fuori dal tempo; anche Dio è fuori dal tempo! Il Purgatorio: tempo di purificazione. Pregare in comunione con loro: “che vengono dalla grande tribolazione”(Ap 7, 9-17)».

*** Per la riflessione personale: dal fascicolo dell’itinerario, le domande a pagina 37

Per aiutarci a pregare personalmente, come famiglia e come comunità, ecco le proposte di invocazione, la preghiera da recitare sulla tomba dei nostri cari defunti e una meditazione a partire dal “De profundis” predisposte da don Giulio per la nostra Diocesi.

Buona Festa, nel ricordo grato di chi ci ha dato testimonianza e ora intercede per noi nella comunione dei Santi.