Grazie don Giulio

pubblicato in: Segnalazioni | 0

Sulla soglia delle vacanze estive ci raggiunge la notizia che, con l’avvicendarsi dei parroci e nella riorganizzazione pastorale diocesana, il nostro stimato assistente diocesano don Giulio Viviani, mentre festeggia i 40 anni della sua ordinazione presbiterale, ha ricevuto (finalmente) il mandato di parroco.

Pur nella consapevolezza e nella sfumatura di rimpianto che questo cambiamento comporta per la nostra associazione, siamo veramente lieti che don Giulio possa realizzare pienamente la sua vocazione di pastore a contatto con famiglie, ragazzi, anziani, giovani, realtà di volontariato, fragilità e ricchezze in una dimensione parrocchiale stimolante. Una nuova sfida, un rimettere in gioco per il bene di altre persone e realtà l’esperienza e la competenza acquisita nei numerosi incarichi, ruoli e servizi svolti.

Per l’Azione cattolica trentina non è la fine di una collaborazione, ma il riconoscimento di un dono ricevuto e il ringraziamento per 11 anni di collaborazione alla pari – ognuno al proprio posto e insieme dedicati alla Chiesa di Trento, alle nostre comunità, agli aderenti di Ac. Abbiamo sperimentato la forza di un legame che non è stato solo lavoro svolto per incarico vescovile a cui obbedire, ma scelta e disponibilità piena e sincera, non solo accompagnamento spirituale ma anche segno di una sintonia, amicizia e bontà d’animo.

In questi anni siamo cresciuti nella reciprocità e nella corresponsabilità; formati e accompagnati con mano ferma, occhi limpidi, amore per la verità, grande competenza liturgica, spirituale, umana e pastorale; speriamo che l’esperienza associativa sia stata casa accogliente e famigliare, esperienza di Chiesa bella, testimonianza che laici e preti che lavorano insieme alla pari sono la miglior forma di Chiesa realizzabile.
Auguriamo a don Giulio e alle comunità in cui svolgerà il suo ministero di sperimentare questa grazia e di camminare in sintonia di intenti, con entusiasmo, pazienza e gioia.

Siamo vicini ai nostri sacerdoti assistenti parrocchiali che, cambiando la sede del loro servizio pastorale, lasciano il loro attuale incarico associativo. A tutti e ad ognuno assicuriamo la preghiera per le nuove sfide che sono chiamati ad affrontare. Accogliamo con gratitudine e stima i nuovi parroci a cui sarà affidato un gruppo di Azione cattolica perché presente sul loro territorio.

Ringraziamo il vescovo Lauro per il privilegio accordatoci di aver potuto fare con don Giulio un bel tratto di strada, che ci lascia nel cuore echi di passi percorsi insieme, di paesaggi condivisi, di traguardi raggiunti, di incontri e appuntamenti che non appartengono al passato, ma si intrecciano con il presente per custodire una bella storia, coltivare vita buona e saper guardare avanti con speranza.

Abbiamo oggi ricevuto il dono di un nuovo assistente diocesano, don Giampaolo Tomasi, che con gioia accogliamo nella famiglia di Ac, pronti a fare nuovi passi avanti, insieme.

Anna (presidente diocesana Ac)