Eucaristia e città

pubblicato in: Proposte di lettura | 0
EucarestiacittNE_medSiamo spesso divisi tra contemplazione e azione. La lezione magistrale “Eucaristia e città” di Dossetti, offre una nuova prospettiva: la vita cristiana come azione nella contemplazione con fulcro nell’Eucaristia.

L’Eucaristia dovrebbe porci davanti a degli stimoli di crescita. Sempre. Ripropongo allora (senza averli personalmente ancora risolti) alcuni “punti di controllo” che Dossetti propone nella sua riflessione e che un pensiero approfondito sul mistero dell’Eucarestia potrebbe aiutarci a sviluppare.

L’Eucaristia offre di vedere all’opera lo Spirito Santo: l’Amore che trasforma. Spesso ci concentriamo sulla Parola di Dio, sul Corpo di Gesù. E lo Spirito? E’ la sua presenza che trasforma un gruppo di persone religiose, in Chiesa!

Ogni Eucaristia è culmine e fonte della vita della Chiesa. Anche l’Eucaristia celebrata nella sala da pranzo di un appartamento alla periferia di una piccola città ha in sé il valore salvifico di mettere quella piccola comunità in comunione con tutta la Chiesa.

Eucaristia è gioia, certo, ma non può mancare un sano timore. La partecipazione al rito non può essere distratta o fatta di facili rassicurazioni, senza ricadute sulla vita, sul mondo. Il sacramento della penitenza potrebbe essere lo strumento che sa farci riemergere da questa necessaria fatica.

Ci ricordiamo che esiste anche una preghiera personale? Quella vissuta con il desiderio di far entrare sempre più Cristo, incontrato nell’Eucarestia comunitaria, in noi, perché sempre più noi, conformati a lui, possiamo raccontarlo a chi ci è accanto.

E la città, in tutto questo come entra? Risponde Dossetti: la Chiesa, radunata nell’assemblea eucaristica è anticipazione del Regno, così la Chiesa, inviata nel mondo, incontra l’uomo nel suo profondo. L’Eucaristia diventa, allora, la “terra di mezzo” dove cielo e terra (amore trinitario e città) si incontrano e l’uno può trasformare l’altra.

Queste riflessioni, che sembrano indicare come partecipazione ecclesiale e impegno civile siano strettamente collegati, sono nate dalla lettura della relazione “Eucaristia e città” (edita AVE e disponibile in centro diocesano). Una riflessione di Giuseppe Dossetti del 1987 e ritenuta dall’Ac ancora oggi un documento attuale, tanto da riproporla come contributo di approfondimento, alla vigilia del Congresso Eucaristico appena conclusosi.