C’è più gusto

pubblicato in: Segnalazioni | 0

Il sussidio che l’Ac nazionale propone quest’anno agli educatori del gruppo giovanissimi è all’insegna della gioia che deve caratterizzare i cristiani: gioia da assaporare, da condividere, da valorizzare, da diffondere.
Ancora una volta l’Ac sa essere in linea con i tempi e con la Chiesa, visto che di gioia, di impegno, di testimonianza ha parlato Papa Francesco ai giovani del mondo riuniti a Cracovia! La traccia di lavoro è quindi più che mai attuale, illustrata per di più in una guida profondamente rinnovata nella struttura di fondo.

Il punto di partenza è il passo di Matteo delle Beatitudini, alcune delle quali sono approfondite nei moduli, con ulteriori rimandi ad alcuni brani dell’Antico Testamento. Sei sono i moduli: “Let’s start!” per iniziare e “Summing up!” per finire e riflettere sull’anno associativo giunto a conclusione. Compresi tra di essi, i grandi ambiti affrontati sono l’impegno (Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati), l’affettività (Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio), la sfida (Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli) e il divertimento (Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli). Ciascun modulo, che può essere affrontato secondo l’ordine stabilito dagli educatori, propone due laboratori iniziali per entrare in contatto con la concretezza della vita dei ragazzi. Il secondo passo è il confronto con la Parola, che viene attualizzata; segue la terza fase, chiamata “Tocca a noi”, nella quale sono proposte quattro attività che rimandano alle mete del Progetto Formativo (interiorità, fraternità, responsabilità, ecclesialità). Ciascun modulo è concluso da una preghiera che può essere utilizzata con il gruppo; sono inoltre presenti numerosi spunti di riflessione e di verifica per gli educatori, che sono così accompagnati nella programmazione e nella verifica dell’andamento del gruppo.

Il testo propone anche alcuni brevi ma utili approfondimenti: l’Adesione, la conoscenza del Movimento Studenti di Ac, la Regola di Vita, la presentazione del testo personale per gli adolescenti. Infine, sono presenti tre dossier per la formazione degli educatori sulla scelta di educare, sull’accompagnamento dei giovanissimi alla scoperta della corporeità e della sessualità, sull’esperienza del lutto negli adolescenti.

 

 Il testo per la preghiera personale, in linea con l’attenzione dell’anno, è intitolato “Toda joia!”: per ogni domenica sono riportati il Vangelo del giorno, una riflessione per aiutarne la comprensione, una domanda per la meditazione personale e una preghiera scritta da adolescenti. Uno strumento sicuramente prezioso per accompagnare il cammino dei ragazzi, per sostenerli nella preghiera e nella riflessione.