Per meditare insieme – La libertà

pubblicato in: Segnalazioni | 0

“In questi giorni dell’Ottava di Pasqua, concludiamo il nostro itinerario seguendo la “Pacem in Terris” di san Giovanni XXII, lasciandoci guidare dalla parola libertà. È la parola tipica della Pasqua, della Pasqua di Risurrezione di Cristo Signore, che il Padre ha liberato dalla morte e che nello Spirito Santo ha liberato anche noi dalla schiavitù del peccato e della morte”.

Così inizia l’ultima riflessione dell’itinerario di spritualità 2019/2020 Pacem in terris: la profezia di Papa Giovanni proposto da Azione cattolica e Diocesi di Trento come spunto di riflessione su cosa significa “abitare” oggi da cristiani in questo tempo. La quinta e ultima tappa dell’itinerario guidato dal nostro assistente diocesano don Giulio Viviani affronta il tema LA LIBERTÀ: “La comunione nel mondo dei valori spirituali è attuata nella libertà, nel modo che si addice alla dignità umana” (n. 18)

La riflessione era stata preparata dall’assistente diocesano don Giulio Viviani prima di questo tempo di pandemia, quindi sta ad ognuno di noi calare quanto messo a disposizione nell’attuale situazione, che ci stimola ancor più a dare valore alla libertà, pari dignità e responsabilità reciproca tra le persone a livello locale, europeo e mondiale.

Invitiamo a leggere e meditare il testo all’interno di un momento di preghiera comunitaria (le Lodi se al mattino, i Vespri se al pomeriggio), per sentirci parte del popolo di Dio che prega, lotta e spera…

 

La meditazione di don Giulio Viviani – La libertà

 

L’itinerario di spiritualità
Pacem in terris: la profezia di Papa Giovanni