“Per pregare il Padre nostro”

Incontri di Lectio divina sulla Preghiera del Signore

Un giorno i discepoli, vedendo Gesù pregare, gli chiesero di insegnare loro a farlo. Forse perché non lo avevano mai fatto? No. Da buoni ebrei, erano certamente abituati alla preghiera, ma non a quella o meglio al modo in cui pregava Gesù e che tanto deve averli impressionati. A quel punto il Maestro rispose loro: «Quando pregate dite: Padre nostro…». Può lasciarci delusi questa risposta: ma come, un’altra formula da imparare a memoria? È tutta qui la novità della preghiera di Gesù? Evidentemente no. Si trattava di ben altro che una serie di parole messe in ordine: quelle sono come le note di uno spartito che aspetta di essere eseguito ed interpretato, per trasmettere tutta la carica di vita, di passione, di bellezza o drammaticità, che esso custodisce ermeticamente chiuso nella scrittura del rigo.

Le parole della Preghiera del Signore sono come i vari passaggi, necessari e sufficienti, indicati da Gesù per entrare nella sua relazione con il Padre, condividere i suoi sentimenti di Figlio, la sua confidenza ed intimità. In una parola: per partecipare alla sua preghiera.

Certo, un’esperienza del genere non s’improvvisa e forse è per questo che il Padre nostro, a forza di recitarlo meccanicamente e distrattamente, rischia di non aiutare gran che la nostra preghiera. Perché non provare a impararlo di nuovo, alla scuola del Signore, accompagnati dal dono del suo Spirito, che vuole insegnare anche a noi a dire non solo con le labbra, ma con il cuore: “Abbà, Padre”?

Potrebbe essere utile accompagnamento allo sforzo che come Diocesi ci proponiamo di fare nel nuovo Anno pastorale, alimentando quella “pre-comprensione” di fede necessaria affinché il nostro “Comprendere” alcune situazioni cruciali della vita sociale sia fatto nel riconoscimento che il Padre di Gesù continua a voler scrivere storia di salvezza anche nel nostro presente.

 

1. Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome | sabato 16 ottobre 2010 – Mezzocorona

 

2. Venga il tuo Regnosabato 20 novembre 2010 – Rovereto

 

3. Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terrasabato 15 gennaio 2011 – Arco

 

4. Dacci oggi il nostro pane quotidianosabato 19 febbraio 2011 – Trento, Parrocchia Sacro Cuore

 

5. Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitorisabato 19 marzo 2011 – Cloz

 

6. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal malesabato 14 maggio 2011 – Lavis